Viaggi organizzati in gravidanza

Viaggi organizzati in gravidanza
0

Viaggi organizzati in gravidanza

Durante il periodo della gravidanza, affidarsi ad un viaggio organizzato può essere una buona soluzione per passare un periodo di vacanza rilassante, lontano da casa, ricco di ogni confort.

 

Villaggi turistici in gravidanza

Nei villaggi turistici gli ospiti sono coccolati e curati, c’è la possibilità di mangiare italiano e spesso sono presenti responsabili o medici per ogni evenienza.
Il villaggi turistici sono perciò un’ ottima scelta per coloro che vogliono passare un periodo di tranquillità lontano da casa, ma senza rinunciare ad alcuni confort o sicurezze.
Soggiornando nei villaggi è possibile anche raggiungere mete extraeuropee senza temere alcune patologie, ma è sempre importante informare prima il proprio medico curante e valutare con lui le varie situazioni.
In oltre, al momento della prenotazione è bene informarsi delle politiche dei vari Tour Operator per quanto riguarda eventuali permessi medici, assicurazioni mediche facoltative e soprattutto i termini e le politiche di annullamento.

 

Crociera in gravidanza

La crociera è un tipo di vacanza molto rilassante. Tra un approdo e l’alto è possibile prendere il sole, andare in piscina, assistere agli spettacoli e mangiare ai numerosi buffet.
Il rischio di mal di mare, in crociera, è pressoché nullo, comunque, se se ne soffre o se le nausee sono state molto forti durante la gravidanza, è importante valutare molto bene questo tipo di gravidanza.
Fondamentale, se si decide di andare in crociera durante la gravidanza, è informarsi sulle politiche dalla compagnia per quanto riguarda i documenti medici da esibire.

 

Tour organizzati  in gravidanza

I tour sono un tipo di viaggio che, generalmente prevede ritmi serrati e trasferimenti con mezzi su ruote.
Un tour organizzato non è un tipo di viaggio da prendere sottogamba, e tra le varie possibilità è forse il meno consigliabile in gravidanza.
Sono infatti da tenere presenti la stanchezza, la nausea e i piccoli disturbi che possono prendere in quando si aspetta un bambino, in relazione ai tempi, i ritmi e l’essenza stessa del tour.
Durante un tour organizzato, infatti, non è possibile chiedere soste a comando con la frequenza che di desidera, (anche solo per recarsi al bagno) rallentare il ritmo o anche solo alzarsi al mattino quando si desidera. Sia per la natura della gravidanza, che per lo stress e la fatica che seguirà alla nascita de bambino, il tour organizzato è da evitare a favore di una vacanza più rilassante.
Qualora si decida comunque di scegliere questo tipo d vacanza è bene informarsi per quanto riguarda i permessi medici che possono essere richiesti dall’organizzazione o per i trasferimenti sui mezzi di trasporto.

 

Viaggi a lungo raggio in gravidanza

Se si è incinta è bene valutare accuratamente l’opportunità di un viaggio a lungo raggio.

Sono alcuni gli elementi da non sottovalutare assolutamente:

  • I rischi per la salute in caso di mete esotiche incluse le profilassi da fare prima di partire.
  • La tipologia del viaggio in relazione al tempo di gravidanza (prima di affrontare safari o tour nel deserto è consigliabile consultare un medico)
  • La possibilità di gestire le emergenze (da una piccola nausea, a problemi maggiori)
  • Le politiche di tour operator, vettori di trasposto e assicurazioni, sia in caso in cui si decida di partire (certificati medici ecc) sia in caso di annullamento.

 

I viaggi in paesi occidentali occidentali (USA, Canada, Australia) non presentano rischi per la salute, ma prima di partire è opportuno informarsi e consultarsi con il medico per quanto riguarda le lunghe ora in aereo e le politiche di entrata/uscita dal paese scelto.

Prenota un hotel per tutta la famiglia

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.