Viaggiare in Auto in gravidanza

Viaggiare in Auto in gravidanza
0

Viaggiare in Auto in gravidanza

L’auto è il mezzo di trasporto maggiormente usato da chi è in gravidanza: in auto viaggiamo tutti i giorni e per qualsiasi piccolo spostamento.
Partiamo dalle paure assurde. In gravidanza, non solo si può viaggiare in auto, ma si può anche guidare, fermo restando opinioni contrarie del medico dovute a problemi reali.
Per molte donne, anzi, il guidare, aiuta a prevenire le nausee che possono aumentare durante i tragitti in auto.
Sedile posteriore o sedile anteriore? Per lo più è indifferente. Il sedile posteriore è forse il più sicuro, ma è anche il posto in cui maggiormente si sentono i movimenti della macchina e maggiore è il rischio di nausee. Senza contare che se siamo in due, parlare dal sedile posteriore è quantomeno scomodo.
L’unica cosa veramente importante per il bene proprio e del bambino è allacciare le cinture di sicurezza sempre e comunque. Anche in città, anche nel sedile posteriore. Anche se si è sedute nel posto dietro, in caso di tamponamento e senza cinture, si rischia di essere catapultati sul cofano dell’auto. Sedendo davantil’airbag non sostituisce la cintura di sicurezza, e non evita assolutamente i rischi maggiori, anzi, l’airbag senza cinture è piuttosto pericoloso.
In città la bassa velocità rende più efficace l’uso delle cinture  e per questo motivo è importante l’uso nel circuito cittadino e nelle strade extraurbane.

Come si allacciano le cinture in gravidanza

La cintura di sicurezza deve essere passata sotto il pancione (anche se piccolo, ai primi mesi) in modo da non schiacciarlo in caso di necessità e di non dare fastidio alla mamma.
La parte superiore deve passare in mezzo ai seni senza comprimerli.
La cintura deve essere sempre ben allacciata ed in “tirare” per essere efficace.

I disturbi in auto durante la gravidanza

Il disturbo più frequente quando si fanno lunghi viaggi in auto è quello della necessità di andare spesso in bagno. Quando il bambino inizia a premere sulla vescica, 20 minuti d’auto senza sosta possono essere lunghissimi. L’unica soluzione è avere pazienza (i babbi) e fermarsi ad ogni stazione di servizio, e partire con un po’ di anticipo sul programma.
Le nausee possono limitare la voglia di viaggiare in auto. Qualche volta sono localizzate in periodi della giornata (la mattina) o sono dovuti a motivi di stress, in altri casi si presentano in maniera del tutto arbitraria. In ogni caso le soluzioni sono poche e spesso molto personali. Viaggiare con il finestrino semi apertochiacchierare ed ascoltare musica, possono aiutare a limitarle. Il limone, mangiato a morsi talvolta blocca lo stimolo di vomitare, mentre alcune donne riescono a risolvere la cosa mangiucchiando cibi secchi (biscotti o creckers) in ogni caso sono da evitare le bevande, dall’acqua ai succhi di frutta.
Non è, invece, possibile prendere medicine senza il permesso del medico.

Prenota un hotel per tutta la famiglia

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.