Aumentano i viaggi in Famiglia con i Bambini all’estero.

Aumentano i Viaggi con i Bambini
0

Aumentano i viaggi in Famiglia con i Bambini all’estero.

Il sondaggio fatto dal sito web Trip Advisor all’inizio di luglio su 5100 utenti italiani, sta rimbalzando su numerose testate giornalistiche on-line: la famiglia Italiana ricomincia a viaggiare, con i bambini e all’estero.

Booking.com

Sono infatti moltissimi gli italiani che viaggiano con i bambini e tra le famiglie circa il 60% si recherà all’estero.
L’indagine, così come viene riportata, non ci fornisce dati su quante delle famiglie intervistare siano composte da almeno un genitore non italiano, e quindi non è dato di sapere quante famiglie passano le loro ferie andando a trovare i nonni o i parenti, che, magari vivono all’estero.

A coloro che rimangono in Patria è stato chiesto quale sia la destinazione prediletta e, senza troppa sorpresa, l’ Emilia Romagna  risulta ancora una volta la regina delle vacanze. La regione, infatti, offre il un alto numero di strutture family friendly, aree balneari adatte ai bambini, attrazioni e divertimenti.

Segue il Trentino Alto Adige. Ancora non dovrebbe stupire troppo, data la profonda vocazione turistica di questa regione, la bellezza della sua natura e l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Il terzo posto è della Toscana. I dati pubblicati non rivelano se le famiglie sino attratte dall’area costiera, il Chianti, le città d’arte o la montagna, mentre quasi sicuramente vacanza vacanza marittima è quella che porta i turisti in Puglia (quarto posto) e Sicilia (quinto).

Sembra comunque importante ce buona parte degli utenti, anche della rete, decidano  di non rimanere a casa, ma piuttosto di partire con i bambini, i quali non sono però un bagaglio in più ma partecipano attivamente alla programmazione delle ferie. Pare che 3 italiani su 5 che partano per le ferie con i figli, li coinvolgano nella scelta delle vacanze.
Ci manca un dato e non sappiamo se i figli in questione sono adolescenti che trascinano i genitori con il ricatto verso mete adatte a loro, bambini in età scolare o neonati. Noi contiamo che un po’ di neonati ci siano, giusto per scagionare quei 2 genitori su 5 che appaiono cattivissimi per non interpellare i loro pargoli.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.