Il Bagnetto dei bambini in Viaggio

Il Bagnetto dei bambini in Viaggio
0

Il Bagnetto dei bambini in Viaggio

Quella del bagnetto è un altra routine che molti genitori adottano con i bambini, per favorire il sonno, per abituare all’acqua ecc.
E’ importante che questa, come altre abitudini non diventi una paranoia e mandi in tilt l’equilibrio familiare se non può essere soddisfatta, per esempio in viaggio.

Booking.com

Se siamo viaggio, prima di tutto può capitare di non avere la possibilità di fare il bagnetto al pargolo, per mancanza di… vasca. Molte strutture ricettive sono dotate di doccia e non di vasca ed è impensabile viaggiare sempre con una vaschetta rigida a giro per il mondo.
In questi casi si può ricorrere alla vasca da bagno gonfiabile oppure far fare la doccia al bambino, che se è molti piccolo, può essere tenuto semplicemente in collo.

In viaggio la doccia è spesso quotidiana, sia per igiene che come mezzo per rilassarsi, adulti e bambini, ma questo implica anche un possibile cambio di orario, rispetto al canonico prima-della-nanna.
Dubito che un simile cambiamento abbia mai scatenato tornado in Florida, per cui se il genitore si rilassa e prende questi piccoli cambiamenti con serenità, il bambino non si accorgerà nemmeno della variazione della routine.

Per quanto riguarda i prodotti da bagno, le riduzioni sui liquidi, per chi viaggia con il solo bagaglio a mano, rappresentano  un problema non indifferente.
Se non ci sono problemi di intolleranze o allergie, in line di massima i bambini grandicelli possono usare gli stessi prodotti dei genitori, inclusi quelli dati in dotazione dagli hotel, o acquistabili al supermercato della località del soggiorno.
In caso di bambini molto piccoli o di problemi cutanei ci si può affidare il problema dello spazio in valigia con i campioncini prova o omaggio o travasando i prodotti da bagno in contenitori di massimo 100 ml.
In caso di necessità insormontabili, è necessario ricorrere al bagaglio in stiva o sentire il medico per un eventuale permesso da esibire al momento dei controlli in aeroporto.

Gli asciugamani e i teli da bagno

In linea di massima quando si soggiorna in una struttura ricettiva si hanno in dotazione asciugamani e teli per tutti i clienti, tra cui a volte, ma non sempre, i bambini non paganti.

Per l’uso quotidiano asciugamani e teli forniti dalle strutture sono spesso sufficienti, ed è possibile evitare di appesantire il bagaglio con la biancheria da bagno, a parte un asciugamano, anche ospiti, che può essere comodo nella borsa del cambio dei bambini piccoli o come “emergenza mal d’auto”.

Discorso a parte lo meritano i teli da mare. In questo caso l’aiuto più grande l’ha apportato la microfibra che ha ridotto notevolmente i pesi e gli ingombri (per chi, come noi, viaggia quasi col solo bagaglio a mano, i teli in microfibra hanno rappresentato una vera manna). I teli sono anche ottimi sostituti dell’accappatoio, se per qualche motivo il nostro luogo di soggiorno non è fornito di teli doccia, più compatti e leggeri nelle valige e i bagagli a mano.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.