La bandiera fatata di Dunvegan

0

La bandiera fatata di Dunvegan

Il Castello di Dunvegan è da secoli proprietà dal Clan dei MacLeod.
Moltissimo tempo fa, proprio in questo castello si tenne una festa per la nascita del primo erede maschio. Il fuoco ardeva nel camino, nel salone, la birra e il cibo passava di mano in mano, mentre le cornamuse suonavano ininterrottamente e gli invitati ballavano e ridevano.
Al piano superiore il nuovo nato dormiva placidamente, cullato dalla balia.

Una giovane serva venne a chiamare la vecchia balia: lo spettacolo dabbasso valeva la pena di essere ammirato.
La vecchia si allontanò mal volentieri dalla culla, lasciando l’incarico di vegliare il piccolo alla giovane nipote.
Ma nel passaggio, o cullando al ritmo delle cornamuse il piccolo MacLeod, la fanciulla non si accorse che la coperta che copriva il neonato era caduta a terra, scoprendolo. Quando il bambino iniziò a urlare con quanto fiato aveva in gola, la balia inesperta non sapeva cosa fare e iniziò a chiamare la vecchia, che, vuoi la musica, vuoi le mura spesse, non la sentì. La giovane si decise allora di uscire dalla stanza per chiamare la balia, lasciando, di fatto, solo il bambino.

Fuori dalle mura stavano volando alcune fate, che, attratte dal pianto, si affacciarono alla stanza, e capito al volo il problema, coprirono il piccolo con un drappo giallo con piccoli ricami rossi.
In quel momento entrò la balia e si pietrificò sulla porta, terrorizzata alla vista delle fate, le quali la rassicurarono.
Al momento in cui questo drappo sventolerà” dissero le fate “ il popolo delle fate correrà in aiuto dei MacLeod. Ma dovrà essere utilizzato in momenti di seria difficoltà, e per non più di tre volte. Dopo di che torneremo a prenderlo.

Passarono i secoli e un brutto giorno il castello di Dunvegan si trovò assediato dai nemici che giungevano dal mare. Allo stremo delle forze, i MacLeod ricordarono l’antica leggenda e fecero sventolare il drappo.
Immediatamente una schiera di soldati corse in aiuto del castello, scomparendo una volta sconfitto il nemico.
Una seconda volta, molto secoli dopo, con il favore della nebbia il castello venne preso d’assalto. I nemici sembravano imbattibili e prima di soccombere gli abitanti del castello esposero nuovamente il drappo.
La nebbia si trasformò magicamente in soldati che iniziarono a difendere il castello, per poi evaporare al sole una volta aver messo in fuga i nemici.
Ancora una volta la bandiera fatata potrà essere usata, prima che le fate la reclamino, a difesa del castello di Dunvegan e del Clan dei MacLeod. Fino ad allora attende in una teca, dove chi vuole può ammirare il bellissimo lavoro di filatura delle fate scozzesi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web