domenica, Maggio 22, 2022
spot_img

Latest Posts

Il Cambio in viaggio con i Bambini

Il Cambio in viaggio con i Bambini

Partiamo con il piccolo pargolo veramente piccolo: ancora, mangia, dorme e …e
Partiamo con il bambino un po’ grandicello: gioca gattona o magari cammina, ma comunque usa il pannolino.
Come organizzarci?
Innanzitutto sconsiglio vivamente i pannolini reciclabili. So che i pannolini usa e getta sono molto dannosi per l’ambiente, ma in viaggio dover organizzare anche il lavaggio dei pannolini sporchi e sopratutto il trasporto di quelli sudici, diventa problematico (e stressante, siamo in viaggio, per cui divertiamoci!)

Quanti pannolini portare in viaggio?

Per un giorno fuori di casa, il numero si aggira intorno a 5/6 pannolini.
Le ostetriche ci informano che, per essere sicuri che i bambini mangino abbastanza è sufficiente cambiare almeno 5 pannolini al giorno, di solito appena svegli, dopo la seconda colazione, dopo il pranzo, dopo la merenda, dopo cena.
Come formula di solito il conteggio è 5 pannolini da tenere nella borsa del cambio, per un giorno di viaggio (dalla mattina alla sera, partendo con il bambino pulito).
I bambini a pochi giorni di vita spesso hanno bisogno di essere cambiati con maggiore frequenza: di solito a fine di ogni poppata (è inutile cambiarli “prima” della poppata, perché riempiranno il pannolino pulito appena subito “dopo”). In tal caso basta contare la frequenza delle poppate e il tempo di permanenza fuori di casa.
Se si esce per una giornata (dalle 10 di mattina alle 6 del pomeriggio e il pargolo poppa ogni 2 ore, 5 pannolini copriranno anche un’eventuale emergenza)

Il Fasciatoio in viaggio

Viaggiando capiterà di dover cambiare il bambino spesso e un po’ ovunque.
All’estero, e da qualche tempo anche i Italia, i bagni pubblici di aeroporti, stazioni di servizio autostradali, grandi magazzini, sono attrezzati con una changing room (qualche volta bisogna fare la caccia al tesoro per trovarla, ma poi è comoda e pulita).
Di solito dove c’è il fasciatoio ci sono anche grossi rotoli da carta, al fine di coprirlo e garantire igiene al bambino (un po’ come sul lettino del dottore), a volte la carta non c’è.
In ogni caso conviene sempre tenere in borsa un fasciatoio portatile. Le borse attrezzate li forniscono, morbidi e lavabili. Altrimenti ci sono quelli usa e getta.
Esistono anche dei fasciatoi da viaggio grandi circa il doppio di una tovaglietta all’americana, in plastica, leggeri, pieghevoli e resistenti: misura e caratteristiche ottimali.
Esitono poi delle borse con il fasciatoio incorporato. A meno che il fasciatoio non sia staccabile sono in realtà molto scomode. Trovare posto e per il fasciatoio e per la borsa diventa complicato e spesso, nelle manovre di cambio, quando la borsa deve essere aperta per prendere ciò che ci serve, si rischia di rovesciare tutto.
Il fasciatoio può essere, nell’eventualità, sostituito con un asciugamano.

Nella borsa del cambio e del viaggio un asciugamano è molto utile, poiché può essere utilizzato per rendere più confortevole il fasciatoio (per lo più si tratta di un’ impressione nostra dato che il bambino di solito sarà vestito dalla vita in su e tenuto sollevato per i piedi) o per asciugare il bimbo/a dopo un veloce lavaggio con acqua.

Le pomate

Le pomate da cambio (quelle all’ossido di zinco, per intenderci) rientrano tra gli oggetti il cui uso è fonte di discussione. Vanno date ad ogni cambio per evitare gli arrossamenti? Non vanno date mai perché creano delle pappette difficili da pulire?
In linea di massima le pomate vanno utilizzate solo se c’è un arrossamento, come lenitivo. All’atto pratico se si preannuncia un viaggio un po’ lungo e non sarà possibile cambiare il bambino per alcune ore, l’uso della pomata è consigliabile, poiché andrà a formare uno strato protettivo tra la pelle del piccolo e il pannolino imbevuto di pipì.
Quando ci sono degli arrossamenti molto forti o continuati, allora non conviene fidarsi del fai da te, o dei rimedi caserecci, ma è importante chiedere consiglio al medico.
Se il bambino soffre di dermatite, le soluzioni per il viaggio sono poche: portarsi dietro le pomate e le creme prescritte dal medico, seguire le sue indicazioni e pazientare fino a che non si passerà al vasino.
Non vale la pena, ancora una volta, farsi prendere dal panico: se si seguono le indicazioni del pediatra, stare a casa o fare il giro del mondo non cambia minimamente lo stato della pelle arrossata.

Se non c’è la changing room

Molto spesso viaggiando è facile incappare in situazioni in cui manca la stanza del cambio. In questi casi viene in grande aiuto il fasciatoio portatile che permette di cambiare il pargolo un po’ ovunque. Se non ci sono divanetti, sedie da affiancare o piani, il passeggino, buttando giù lo schienale, si trasforma in un fasciatoio, non comodissimo, ma comunque sempre a portata di mano. In fine, con buona pace del maschio di famiglia, si può utilizzare il sedile della macchina, coprendolo con il fasciatoio portatile e l’asciugamano.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Don't Miss

Stay in touch

To be updated with all the latest news, offers and special announcements.