Castello Neuschwanstein

0

Castello Neuschwanstein

Il Castello Neuschwanstein nei pressi di Monaco di Baviera, fu voluto dal re Ludovico II di Baviera che desiderava costruirsi un “abitazione” lontano dalla corte.
Il castello rispecchia gli ideali romantici e le fantasie del re, che sognava di essere il mitico “cavaliere del cigno”, eroe di una leggenda germanica.
Partendo da questa idea Re Ludovico progettò la costruzione del castello divenuto a sua volta una leggenda.

La costruzione iniziò nel 1869 e proseguì seguendo i dettami del principe che decise di trasferirsi al castello interrompendo, di fatto, le attività del regno.
Nel 1886 il governo lo dichiarò pazzo, sollevandolo dal trono. Il giorno successivo Ludovico venne trovato morto in circostanze misteriose. Il castello era in costruzione da 17 anni e non era ancora stato terminato.

Se l’immagine esterna del castello è una delle più famose al mondo, complice anche la fama che gli ha dato Wald Disney e di cui parleremo in seguito, gli interni non sono da meno.
Ispirati alle leggende e ai racconti mitologici tedeschi, le pareti sono ricoperte di immagini tratte da favole e leggende.
Solo per l’intaglio delle pareti di quercia e dei mobili della camera da letto del sovrano furono impiegati a tempo pieno 14 artigiani che lavorarono per 4 anni!

All’interno è stato costruito anche un piccolo teatro in cui venivano rappresentate, tra le altre, le opere di Richard Wagner, grande amico del sovrano e le cui opere raccontano, appunto, le leggende e le favole legate al castello.
Nonostante l’attaccamento al passato immaginifico della Germania, re Ludovico II non volle rinunciare alle comodità dell’epoca: il castello è dotato di molti comfort, come acqua corrente, telefoni, ascensori, riscaldamento centrale ed elettricità.

Il mito oltre la leggenda
È significativo come un edificio costruito in onore del mito e delle leggende germaniche sia, a sua volta, divenuto un’ icona favolistica nell’immaginario collettivo.
Buona parte della sua fama la deve a Walt Diseny che, amante dell’arte europea, lo prese ad esempio per il castello di Cenerentola, lo stesso che campeggia nel logo della Disney Pictures.
(Per la cronaca, l’immagine della  Bella addormentata è ispirata al sarcofago di Ilaria del Carretto a Lucca)
Oggi sono tantissime le persone che si recano in Germania per ammirare il Castello, il cui restauro è terminato nel 2013 e ha permesso, oltre al recupero architettonico, anche la messa in sicurezza delle strade panoramiche nei dintorni.

 

Visite
Le visite al castello sono strettamente regolamentate. Non è possibile visitare il castello in autonomia, ma è necessario prenotare i biglietti ed aggregarsi ad un gruppo guidato.
È possibile prenotare i biglietti in anticipo, dichiarando anche l’orario di visita oppure prenotare i biglietti al momento dell’arrivo ed attendere il proprio gruppo. In ogni caso è bene presentarsi all’appuntamento con almeno 10 minuti di anticipo, dato che, in caso di ritardo, si perderà prenotazione e biglietto.
Richiedi Info in agenzia

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web