Castelnuovo di Garfagnana

0

Castelnuovo di Garfagnana

Castelnuovo di Garfagnana è il principale centro della Garfagnana. Si trova tra Lucca e la Versilia ed ebbe origine nel 700. Sorge alla confluenza del fiume Serchio con la Turrite Secca e risulta suddiviso in un gran numero di frazioni.
Il simbolo della cittadina è la Rocca Ariostesca, che domina la centralissima piazza Umberto I. Il suo curioso nome deriva da Ludovico Ariosto, che qui soggiornò per alcuni anni in qualità di governatore della provincia estense di Garfagnana.
Gravemente danneggiata nel corso del secondo conflitto mondiale, è stata restaurata sul finire del Novecento ed oggi è suggestiva sede di mostre ed eventi culturali. Al suo interno, infatti, ospita il Museo Archeologico del Territorio della Garfagnana che conserva interessanti reperti archeologici provenienti dall´alta valle del Serchio.

Museo Archeologico del Territorio della Garfagnana

Il Museo Archeologico della Garfagnane è molto interessante per le famiglie con i Bambini in età scolare perché conserva resti archeologici a partire dall’età del bronzo fino agli insediamenti liguri apuani ed etruschi.
I liguri, infatti si insediarono in Garfagnana fin dal XIII secolo a.c con un’ estensione territoriale che raggiunge il suo apice intorno al 250 a.c quando il territorio è diviso tra Liguri (fino alle montagne della pianura del Serchio) ed Etruschi (fino a Ponte a Muriano). I contatti e i commerci tra le due popolazioni resero prospera la zona fino all’avvento dell’Impero Romano e alla deportazione della popolazione apuana intorno a il 180 a.c.

Castelnuovo ospita, inoltre, il primo teatro della provincia lucchese (dopo, ovviamente il Teatro del Giglio): il Teatro Comunale Vittorio Alfieri. Inaugurato il 22 agosto 1860, con La straniera di Vincenzo Bellini.
Pregevole il complesso del convento di San Giuseppe, con l’annessa chiesa. Edificato nel 1632 per volontà di padre Giambattista D’Este ed, originariamente, custodiva tele notevoli.
Da vedere la Fortezza di Mont’Alfonso, ideata per motivi difensivi alla fine del Cinquecento, su progetto dell’ingegnere carpigiano Marc’Antonio Pasi. Nel corso dell’Ottocento, la Fortezza venne venduta ai privati che all’interno realizzarono una villetta in stile Liberty. Nel corso del Novecento, venne rilevata dall’ Amministrazione Comunale, è soggetta ad un’ imponente operazione di restauro. Spesso è sede di mostre ed eventi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia