Dintorni di Lisbona con i Bambini: Alcobaça e Batalha

Dintorni di Lisbona con i Bambini: Alcobaça e Batalha

Nella subregione di Ovest, non lontano da Aljubarrota (cornice nel 1385 della battaglia fra Giovanni I del Portogallo e Giovanni I di Castiglia), sorge la piccola città agricola di Alcobaça, famosa per ospitare il Mosteiro de Santa Maria de Alcobaça.

Il Monastero di Alcobaça è stato uno dei primi edifici portoghesi legati all’ordine Cistercense. Prima architettura gotica del Portogallo, il monastero, venne fondato nel 1153 dal primo re portoghese, Alfonso I che lo donò a Bernardo di Chiaravalle.

Inserita tra i patrimoni dell’Umanità dall’Unesco, questa splendida architettura venne iniziata nel 1178 (prima i monaci vivevano in casette di legno) ed acquisì, anno dopo anno, importanza e prestigio (come dimostra il fatto che molti regnanti vi furono sepolti).

Uscito quasi indenne dal terremoto del 1755 (anche se alcuni edifici minori vennero danneggiati), fu però saccheggiato dai francesi nel 1800.

La facciata principale, con portale e rosone,  presenta due ali barocche che abbracciano, chiudendola, la chiesa.

I primi progetti sull’interno del monastero si rifanno all’abbazia di Clairvaux. La chiesa, a tre navate, ha la forma di una croce latina. Nel suo transetto sono custodite le tombe di Pietro I del Portogallo e della moglie, Inés de Castro. La cappella di San Bernardo (impreziosita da un serie di statue a lui dedicate), ospita invece le mortali spoglie di Alfonso II e Alfonso III.

Vicino all’ingresso della chiesa, si trova la Stanza dei Re, decorata con azulejos bianchi e blu del XVIII secolo.

Dal braccio destro del transetto si arriva al Pantheon Reale, stanza distrutta dal terremoto e poi ricostruita in stile neogotico sul finire del Diciottesimo secolo. Custodisce le tombe dalla regina Urraca di Castiglia, moglie di Alfonso I,  e di Beatrice di Castiglia, consorte di Alfonso III. La tomba della regina Urraca, fastosa e grandiosa, è ornata con immagini dei 12 apostoli.

Nel corso del regno di Dionigi I venne edificato il Chiostro del Silenzio, uno dei più grandi chiostri cistercensi d’Europa.

Batalha 

Nel distretto di Leiria, merita una visita la piccola Batalha (il suo curioso nome deriva dalla battaglia che si svolse, nella piana di Aljubarrota, nel 1383).

Questa cittadina ospita lo splendido Monastero di Batalha o Convento de Santa Maria da Vitória.

Edificato da Giovanni I di Castiglia come segno di ringraziamento, nei confronti della Vergine Maria, per la vittoria riportata nel 1385 nella Battaglia di Aljubarrota, il Monastero è stato dichiarato dall’UNESCO, patrimonio dell’Umanità.

Iniziato nel 1386, venne terminato nel 1517 ed impegnò ben 15 architetti.

Grandioso e maestoso, il monastero, è stato realizzato in pietra bianca di Porto de Mós, e si caratterizza per lo stile originale portoghese creato da un miscuglio di gotico flamboyant e raro gotico perpendicolare.

Il portale è impreziosito, nell’archivolto, da ben 78 statue, mentre nel timpano si nota un Gesù Cristo in trono attorniato dai quattro evangelisti.

All’interno, si può notare la Cappella del fondatore costruita tra il 1426 ed il 1434 dall’architetto Huguet, in onore di Giovanni I. E’ considerata la “sintesi perfetta di gotico flamboyant e di gotico perpendicolare inglese”.

Una delle sale più importanti del monastero è la Sala Capitolare con la sua incredibile ed ardita volta senza alcun supporto centrale.

Molto interessante è anche la quattrocentesca Cappella incompiuta, una struttura ottagonale caratterizzata da portale alto quindici metri e fu costruito in stile gotico ma poi trasformato. E’ separata dal resto del monastero e accessibile solo esternamente.

Infine, ricordiamo i due chiostri: il quattrocentesco Chiostro di Giovanni I (caratterizzato da uno stile sobrio, in grande contrasto con il gotico flamboyant della chiesa) ed il Chiostro di Alfonso V, edificato, in stile gotico nella seconda metà del XV secolo dall’architetto Fernão de Évora.

I commenti sono chiusi.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia