Disneyland Paris

0

Disneyland Paris

il parco Diseny in Europa

Quando il sogno si avvera e la realtà si tinge di magia si arriva a Disneyland. Situato  alle porte di Parigi è il più importante Magic Kingdom della Disney. Si compone di due parchi a tema, l’immenso Disneyland® park (diviso in cinque aree tematiche: Main Street U.S.A, Fantasyland, Frontierland, Adventureland, Discoveryland) ed il piccolo Walt Disney Studios® park.  Sogno di bambini di tutte le età, è il parco più visitato d’Europa.

Località:Mi ci porti: la tua guida per viaggiare con i bambini
Marne La Vallèe – Chessy

Superficie:
82 ettari

Inaugurazione:
11 aprile 1992.

Attrazioni:
Space Mountain
è considerata la più bella, ma molto suggestive sono anche: “it’s a small world” (viaggio intorno al mondo), Big Thunder Mountain (emozionante trenino), Pirates of the Caribbean e Buzz Lightyear Laser Blast® (coinvolgente lotta tra buoni e cattivi). Le attrazioni sono suddivise in “grandi emozioni”, “divertimento per famiglie con bambini” e avventure per Famiglie

Mascotte:
Topolino e Minnie sono i padroni di casa, ma vi sono tutti i personaggi della Disney.

Adatto a:
famiglie con bambini

Esperienze Personali
L’esperienza ad Eurodisney o Disneyland paris può non essere esattamente idilliaca, se mal programmata a gestita.
I bambini in età scolare si troveranno nel paese dei sogni, quelli più piccoli possono aver bisogno di maggiore attenzione.
Sono quindi sconsigliabili tour de force vediamo-tutto-facciamo-tutto, e ogni singolo gioco va ben valutato per i più piccoli.
Il tunnel di Biancaneve, per esempio, inizia in modo piuttosto pauroso, come avviene nelle scene del bosco del film, e può non essere troppo adatto per i bambini piccoli che ancora non riescono a distinguere bene tra fantasia e realtà.
Meglio evitare anche i luoghi troppo affollati e non insistere per fare una foto con il personaggio delle fiabe. Non tutti i bambini apprezzano le maschere, sopratutto quando sono piccoli, e in alcuni casi ne sono spaventati.
Meglio partire con una bella passeggiata, facendo a turno tra genitori per fare i giochi da adulti e stare alle necessità dei più piccoli per quanto concerne soste, spostamenti e partecipazione ad un’attività piuttosto che ad un’altra.
Può valer la pena, quindi, fare tre volte un’attività e saltarne a piè pari altre, non costringere i bambini ad indossare costumi o, qualora li vogliano, partire dal presupposto di trovarsi in condizione di doverli togliere e portare a braccio nel caso in cui i costumi intralcino i giochi.
Anche se si tratta di parchi di divertimenti, quindi, non possiamo partire dal presupposto che ai bambini piaccia tutto e vogliano fare tutto, ma come, in ogni altro caso, è necessario essere pronti a captare le loro esigenze, paure ed emozioni.

 
Richiedi Info in agenzia
 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia