Dolomiti con i Bambini: Estate

0

Dolomiti con i Bambini: Estate

Anche d’estate, le Dolomiti, incantano con la loro straordinaria bellezza. Oltre ad essere incantevoli, però, sono anche accessibili e, per questo motivo, sempre più famiglie decidono di trascorrervi le vacanze.
Qui, dove il caldo non è mai insopportabile, i bimbi possono giocare all’aria aperta e a contatto con la natura.
Dal punto di vista ricettivo, le strutture sono anche a misura di bambino in quanto offrono non solo culle, lettini e menù speciali, ma anche servizi di baby sitting, animazione ed intrattenimento ed aree gioco.
Cosa non meno importante, non mancano anche speciali offerte family.
Vediamo quali angoli delle Dolomiti sono più adatti ai bambini.

 

Località

 

» ALTIPIANI TRENTINI

Gli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna sono situati un vasto pianoro di 105 kmq nel Trentino sud-orientale, ad un’altezza compresa tra i 1.000 ed i 2.000 metri.
Particolarmente adatta ai piccoli ospiti è Folgaria. Qui troverete buone strutture ricettive e potrete scoprire, a piedi o in bici (non vi sarà difficile trovare da noleggiare una mountain bike) le bellezze naturali. Sono ben 52 i percorsi passeggiata percorribili.
Da scoprire, in particolare Il biotopo di Ecken, il biotopo d’alta quota nato da un antico lago.
Incantevole è anche la cascata Hofentòl, un salto d’acqua raggiungibile con una passeggiata di 15 minuti dal paese di Guardia.
Montagna significa anche tradizioni e genuinità. Perché dunque non scoprire i segreti delle malghe di montagna visitando la Malga Piovernetta a Passo Coe?

» ALTO GARDA

Il Garda Trentino, assieme alla Valle di Ledro, ben si adatta alle vacanze in famiglia. Il Garda Trentino è costituito dalla parte più settentrionale del Lago di Garda e raccoglie, in una cornice naturale incantevole, Riva del Garda, Arco, Nago, Torbole, Drena, Dro e Tenno. La Valle di Ledro, invece, inizia a pochi chilometri da Riva del Garda ed è particolarmente amata dagli sportivi. Tantissimi gli itinerari di trekkinge mountain bike
Tutti i centri, offrono strutture di qualità, con servizi, ed offerte, per famiglie.
Due i parchi avventura:
Busatte Adventure di Torbole sul Garda, con 5 percorsi acrobatici (http://www.busatteadventure.it/)
Adventure Park Arco di Arco (http://www.friendsofarco.it/)
Da visitare, il curioso Museo delle Palafitte di Molina di Ledro che, durante il periodo estivo, offre la possibilità di svolgere laboratori d’archeologia imitativa di vario genere.

» CAMPIGLIO – PINZOLO E VAL RENDENA

Frequentatissima durante la stagione invernale, il famoso comprensorio sciistico, d’estate, si trasforma, ma non perde il suo fascino.
Più tranquilla, e meno affollata, è perfetta per famiglie con bambini che voglio godersi relax e natura.
Vero e proprio capolavoro morfologico circondato dal Parco Naturale Adamello Brenta, la Val Rendena, è punto di partenza ideale per escursioni affascinanti.
Tra gli itinerari possibili, adatti a tutta la famiglia, si ricordano: il Sentiero delle Cascate (che porta alla scoperta delle Cascate di Nardis e della Cascata Lares), oppure dei Laghi di San Giuliano.
Anche la Val Rendena ospita delle malghe visitabili come la Malga Matarot Bassa o la Malga Nardis.
Per una giornata diversa, si può visitare il Parco Avventura Air Park, un divertente percorso attrezzato e gestito dalle Guide Alpine di Madonna di Campiglio e Pinzolo.

» DOLOMITI DI BRENTA

Sceglierle, significa scoprire l’ Altopiano della Paganella ed il lago di Molveno e vivere una vacanza di sport e natura.
D’estate, la modernissima ski-area (di cui i principali sono Molveno, Fai della Paganella e Andalo), offre la possibilità di godere di percorsi escursionistici di rara bellezza: grazie agli impianti di risalita è infatti possibile raggiungere in pochi minuti la vetta della Paganella.
Una visita al Parco Naturale Adamello Brenta, la più vasta area protetta del Trentino che ospita, tra l’altro, l’ orso bruno, sarà un’esperienza meravigliosa per grandi e piccoli.
Altro Parco incantevole è quello Faunistico di Spormaggiore con escursioni per principianti e per esperti.
Da scoprire è il Lago di Molveno, tra le Dolomiti di Brenta e la Paganella.
Ad Andalo si trova una vera e propria cittadella sportiva di oltre 100.000 mq con la straordinaria ACQUAIN.
Sull’ Altopiano di Pradel, sopra Molveno, invece, vi è un bellissimo Parco Avventura: “Forest Park” (http://www.forestpark.it/).

» PINÈ – VALLE DI CEMBRA

Il fertile Altopiano di Pinè, è situato a nordest del Trentino e si estende parallelamente alla Valle di Cembra e alla Valle dei Mocheni. Luogo perfetto per passeggiate e per praticare sport come il dragon boat (su canoe di lunghezze standard con la testa e la coda di drago), l’orienteering, tiro con l’arco, parapendio, equitazione.
L’area ospita numerosi laghi, i più grandi sono i laghi di Serraia e delle Piazze. Da vedere le Piramidi di Segonzano (originali formazioni geologiche, veri monumenti naturali) e i biotopi di Laghestel e le Grave.
Destinazione perfetta per vivere una vacanza attiva in famiglia, la Valle di Cembra, offre strutture ricettive di buon livello e, sopratutto durante la stagione estiva, un gran numero di eventi sportivi, culturali ed enogastronomici.

» ROVERETO–VALLAGARINA E ALTOPIANO DI BRENTONICO, PICCOLE DOLOMITI

La Vallagarina è l’ultimo tratto della valle percorsa dal fiume Adige e risulta compresa tra Besenello, sito a sud di Trento, e Borghetto, dove si apre sulla Pianura Padana. A ovest della Valle si estende l’ Altopiano di Brentonico, mentre a est troviamo le Piccole Dolomiti.
Luogo privilegiato per gli appassionati di trekking, della mountain bike e del nordic walking, l’Altopiano di Brentonico, è perfetto per vivere una vacanza, a tutta natura, in famiglia.
Centro principale della Vallagarina è Rovereto, Città della Pace. Qui, si può visitare, anche con i bambini il Mart, museo di arte moderna e contemporanea.
Sull’ altopiano di Brentonico, invece, troviamo i percorsi acrobatici ed il mingolf del Family Adventure Park (http://www.familyadventurepolsa.it/).

» SAN MARTINO DI CASTROZZA, PASSO ROLLE, PRIMIERO E VANOI

Destinazione amatissima dagli amanti degli sport invernali, quest’area turistica è tutta da scoprire anche nei mesi mesi estivi.
I principali centri della Valle del Primiero, sono: Fiera di Primiero, Siror, Tonadico, Transacqua, Mezzano ed Imer. Da Imer, si può facilmente raggiungere la Valle del Vanoi, il cuore verde del Trentino, ed il famoso centro di Canal San Bovo. Superato Primiero, si raggiunge San Martino di Castrozza ed il suggestivo Passo Rolle.
Paradiso per arrampicatori e free climbing, ha diversi sentieri per mountain bike e più tranquille ciclopedonali (in particolare nella Valle del Primiero). Per i piccoli ospiti, durantel’estate, c’è l’iniziativa Family Fun.
Da scoprire il Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, un territorio ancora incontaminato con una fauna ed una flora meravigliose.
In Loc. Scacciapensieri, a San Martino di Castrozza, vi è anche un parco avventura: l’Agility Forest (http://www.agilityforest.it/).

» VAL DI FASSA

Con i suoi incantevoli massicci rocciosi, la culla dei ladini, regala indimenticabili soggiorni a grandi e piccini. Se d’inverno si scia, d’estate ci si può dedicare a passeggiate sui sentieri del fondovalle, sport escursioni naturalistiche (anche a cavallo) e relax (magari al Centro Acquatico Dòlaondes di Canazei).
Una bella e comoda pista ciclabile conduce da Moena a Pozza di Fassa.
Oltre a scenari di rara bellezza, si può vivere la natura anche in uno dei tre parchi avventura della Valle:

  • Dolomiti Action Adventure Park a Campitello di Fassa
  • Parco avventura Sauta Martin a Pozza di Fassa
  • Adventure Park Piciocaa a Pera di Fassa

» VAL DI FIEMME

Adagiata ai piedi delle Dolomiti, protetta dal Parco naturale di Paneveggio e da quello del Monte Cornoe’  la valle più adatta a famiglie con bambini. Se gli adulti hanno mille possibilità di svago, i più piccoli hanno solo l’imbarazzo della scelta.
Anche le strutture ricettive, qui, trattano con grande riguardo i piccoli ospiti. Molti hotel, infatti, propongono speciali offerte ed attività per tutta la famiglia.
Tra le escursioni adatte anche ai bambini (seppure non piccolissimi) vi è quella che porta alla scoperta del Latemar. Dopo aver preso la cabinovia che sale a Gardonè e la seggiovia che conduce al passo Feodo, si può raggiungere, a piedi, il Rifugio Torre di Pisa ed il Pianoro del Latemar che porta alla forcella Campanili.
Ai piedi del massiccio del Cornon e del Monte Agnello, si può scoprire Panchià ed i suoi sentieri: la camminata “pontolaia”, il sentiero di Pensa ed il giro delle Roe.

» VAL DI SOLE – PEJO

La fertile e verde Val di Sole, che si estende tra i gruppi montuosi delle Dolomiti di Brenta, dell’Adamello, della Presanella, dell’Ortles-Cevedale e delle Maddalene, è tutta un susseguirsi di fiumi, laghi ed affascinanti paesi senza tempo con malghe e masi.
Perfetta per una vacanza formato famiglia la Val di Sole, è costituita per più di un terzo da aree protette. A nord troviamo il Parco Nazionale dello Stelvio, mentre a sud si estende il Parco Naturale Adamello Brenta.
Una vacanza in Val di Sole, non è solo splendida occasione per vivere a contatto con la natura, ma rappresenta un’opportunità unica per avvicinare, in maniera sicura, i più piccoli a sport fluviali come il rafting o il kayak.
Inoltre, una lunga pista ciclabile percorre tutta la Valle costeggiando, per diverse decine di km, il fiume Noce.
La Val di Sole ospita anche due parchi avventura, adatti a tutta la famiglia:

  • Extreme Waves di Commezzadura (http://www.extremewaves.it/ )
  • Flying Park di Malé (http://www.flyingpark.it/)

» VALLE DELL’ADIGE

La Valle dell’Adige è la sezione centrale della valle percorsa dal fiume Adige, tra la Val Venosta a nord e la Vallagarina a sud.
La Valle dell’Adige – che comprende gli abitati di Cavedine, Lavis, Mezzocorona, Monte Bondone, San Michele all’Adige e Trento – offre alle famiglie la possibilità di vivere una vacanza tra sport (in particolare bike) e natura.
Tanti i percorsi, anche tematici, adatti agli amanti delle escursioni e del trekking.
Con i più piccoli, in particolare, si possono scoprire: la Riserva integrale delle Tre Cime del Monte Bondone (che ospita esemplari di camoscio alpino, d’aquila reale e di marmotta delle Alpi) e il Giardino Botanico Alpino (uno dei più antichi e più grandi Giardini Alpini Italiani). Senza dimenticare il biotopo del Lago di Toblino e delle Marocche nella Valle dei Laghi, e il biotopo della Torbiera delle Viote sul Monte Bondone.
Tanti anche i castelli da visitare, come il Castello del Buonconsiglio a Trento e le rovine del Castello di San Gottardo.
A due passi da Trento, a Vason, troviamo l’acrobat park Parco avventura Monte Bondone (http://www.dolomitiavventura.it/).

» VALLE DI NON E PREDAIA

La valle delle mele e delle incantevoli fioriture è un’ottima destinazione per le famiglie che vogliono scoprire il fascino della montagna e delle Dolomiti in estate.
Tra canyon, laghi, gole e cascate è possibile scoprire paesaggi di rara bellezza e scenari scenografici sulle Dolomiti di Brenta.
Un itinerario che potrebbe incuriosire i più piccoli è quello che porta alla scoperta della Strada della Mela e degli infiniti meleti che contraddistinguono il Trentino occidentale.
Impegnativo, ma bellissimo è l’itinerario, da fare in bici, che porta alla scoperta delle celebri “Piramidi” di Segonzano.
Più semplice è il percorso che porta alla Malga di Cloz, nei pressi di quella di Revò.
Con i bambini si possono anche organizzare delle visite ai bellissimi castelli della zona: Castel Thun a Vigo di Ton, Castel Valer a Tassullo e il Castello di Malgolo, o il romantico Castello d’Altaguarda,
Tre i parchi avventura della Val di Non:

  • Sores Park, all’interno del parco dell’Hotel Rifugio Sores
  • Predaia Park (http://www.predaia.org/)
  • Parco Avventura Val di Tovel, in Loc. Laston a Tuenno- Lago di Tovel, per avvicinarsi, in sicurezza, all’arrampicata.

» VALLI GIUDICARIE E VALLE DEL CHIESE

Le Valli Giudicarie sorgono ai piedi del Parco Naturale Adamello Brenta, mentre La Valle del Chiese (Porta del Trentino), a due passi dal confine lombardo è una tipica valle alpina che risulta composta da quattordici comuni riuniti nell’Ecomuseo della Valle del Chiese.
Lontane dai soliti circuiti turistici, sono le destinazioni più adatte per chi cerca soprattutto tranquillità e relax.
Qui, tra il silenzio si può scoprire una natura unica ed a misura di uomo, e di bambino. L‘offerta ricettiva è più che buona così come la possibilità di praticare attività sportiva (oltre a escursioni e trekking, arrampicate, vela, canoa e windsurf).
Tra le tante escursioni possibili, si consiglia quello che porta alla Malga Acquaforte, dove si può scoprire l’omonima sorgente d’acqua ferruginosa,
A Breguzzo, sorge il più grande parco avventura del Trentino, il Breg Adventure park con 100 entusiasmanti attività divise in 7 percorsi di diversa difficoltà.
Da non dimenticare il Breg Canyoning Rio Roldone per avvicinarsi, in tutta sicurezza, all’emozionante pratica del Canyoning.

» VALSUGANA – LAGORAI

la Valsugana ospita il gruppo montuoso del Lagorai e grandi laghi come il lago di Levico (dalla particolarissima forma di fiordo, può contare su una bella spiaggia libera e due stabilimenti balneari) ed il lago di Caldonazzo (il più grande lago trentino, frequentato dagli amanti di sci nautico, vela, windsurf e canottaggio).
Perfetta per una vacanza con bambini, non mancano attività e programmi ad hoc, la Valsugana si propone come una palestra naturale, caratterizzata da sentieri di diversa difficoltà e da una bella pista ciclabile di fondovalle lunga ben 80 km che parte dalla località di Calceranica sul lago di Caldonazzo, arriva fino a Grigno (fraz Pianello Vallon) e raggiunge Bassano del Grappa.
Infine, nel parco fluviale del torrente Centa, a pochi Km da Caldonazzo, si può scoprire il primo Acropark del Trentino: l’Acropark Rio Centa (http://www.acropark.it/), caratterizzato da 8 percorsi acrobatici d 95 attività diverse.

» PARCO DELLE DOLOMITI BELLUNESI

Il parco nazionale, comprende i comuni di Belluno, Cesiomaggiore, Feltre, Gosaldo, Longarone, Pedavena, Rivamonte Agordino, San Gregorio nelle Alpi, Santa Giustina, Sedico, Sovramonte, Forno di Zoldo, La Valle Agordina, Ponte Nelle Alpi e Sospirolo.
Incantevole dal punto di vista naturalistico, Anche i più piccoli s’innamoreranno dei frequenti fenomeni geologici e geomorfologici, come le caratteristiche “marmitte” del torrente Brenton, e i “circhi” delle vette Feltrine, testimonianze di antichi ghiacciai scomparsi.
Semplicemente affascinanti sono le cascate della Soffia e gli straordinari Cadini del Brenton.
Tantissimi i sentieri natura ed i sentieri tematici adatti anche agli ospiti più piccoli.
Da scoprire anche i tre centri visitatori, un giardino botanico e un centro per l’educazione ambientale
L’ospitalità nel Parco, semplice, ma ben organizzata, incontra qualsiasi necessità.

Esperienze personali
Le Dolomiti sono una delle mete più belle per una vacanza all’insegna della scoperta della natura. Se si ama camminare e si vuole iniziare i propri bambini al trekking è bene ricordarsi che i loro ritmi e le loro esigenze sono diverse dalle nostre, sia che si tratti di bambini piuttosto piccoli, si anche si tratti di bambini grandi, ma non abituati a camminare.
Se si decide di fare delle escursioni, quindi, è bene procurarsi delle buone cartine dei sentieri con indicata anche la difficoltà o chiedere consiglio alle aziende di promozione turistica, in genere con personale preparato.
Ove è possibile, sopratutto per le “prime camminate” sarebbe meglio arrivare a monte con un qualche mezzo, per esempio la gabinovia o un bus, e scendere a valle a piedi. In questo modo si evita la salita, ma sopratutto non è necessario preoccuparsi del ritorno (meta e punto di arrivo coincidono).

Nei confronti delle Dolomiti sono debitrice anche per un’ altra grande passione: le tradizioni locali. Qui infatti, ho incontrato per la prima volta una delle raccolte più belle e complete sulle leggende e le tradizioni locali. Si tratta dell’opera di Carlo Felice Wolff, che ha svolto un lavoro simile ai fratelli Grimm, raccogliendo racconti e leggende delle Dolomiti (i Monti Pallidi)
I testi non sono molto adatti ad essere letti “direttamente” ai bambini (tanto quanto non lo sono le fiabe originali dei Grimm), ma esistono delle riduzioni illustrate per i giovanissimi o possono rappresentare una lettura per i genitori che poi vogliano “raccontare” le leggende ai loro figli, così come faceva la vecchia governante con un Felice gravemente malato, e che poi volle rintracciare l’origine dei suoi sogni fanciulleschi.
Per esempio, perché i Monti Pallidi diventano rossi alla sera?

In fine dimentichiamoci di fare un piccolo strappo alla regola per quanto riguarda il cibo: affetteti, formaggi, dolci e vini (per gli adulti), meritano una vacanza enogastronomica tutta loro!

 
Richiedi Info in agenzia
 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia