Gita in montagna con i bambini: idee e consigli utili

Gita in montagna con i bambini: idee e consigli utili

Gita in montagna con i bambini: idee e consigli utili

Quando c’è il sole e si respira un’aria fresca non c’è niente di meglio di una bella passeggiata in mezzo alla natura insieme ai bambini. Ma per farlo al meglio bisogna organizzarsi con cura così da rendere la gita indimenticabile per tutta la famiglia.

Booking.com

Quando iniziare a portare i bambini in montagna?

Il primo problema da tenere in considerazione quando si decide di portare in montagna un bambino piccolo è l’altitudine e la regola più importante è: fino al primo anno non bisogna mai salire sopra i 2000 metri.
Comunque i primi approcci con la montagna e le prime passeggiate possono benissimo iniziare già dai 3 anni. Ovviamente quando sono così piccoli è bene non farli stancare troppo e abituarli gradualmente alle camminate. In questo modo, una volta raggiunta un’età che va dai 5 anni in su, saranno pronti per affrontare qualsiasi tipo di percorso.

L’attrezzatura necessaria per l’escursione

Per rendere il più piacevole possibile la gita in montagna con i bambini è necessario attrezzarsi in modo adeguato. Fondamentali a tale proposito sono gli zaini da trekking per portare i bambini quando sono piccoli oppure dei marsupi ergonomici per quando crescono. Altro strumento davvero importante sono le scarpe che vanno selezionate con molta cura, facendo attenzione a scegliere un modello adatto al tipo di percorso. Infine, avere uno zaino dove riporre comodamente tutto il necessario è davvero indispensabile: vediamo di capire cosa metterci.

Cosa mettere nello zaino?

Le cose essenziali da non dimenticarsi assolutamente mai sono:
-occhiali da sole, che abbiano ovviamente delle lenti protettive per i bambini;
-borracce d’acqua, perché è fondamentale mantenersi idratati bevendo acqua fresca ed evitare di inquinare la natura con bottiglie di plastica.
-cappellino per ripararsi dal vento e dal solo che possono diventare davvero fastidiosi;
-merenda e pranzo al sacco per lo spuntino dei bambini;
-cambio di vestiti, così se si bagnano o si sporcano abbiamo la soluzione;
-crema solare, perché in montagna bisogna stare molto attenti ai raggi solari e per questo è bene scegliere la protezione solare più adatta da portare sempre nello zaino;
-giacca antivento e ombrello, dato che il tempo è sempre incerto in montagna e che precipitazioni improvvise sono sempre possibili.

Gita in montagna con i bambini: idee e consigli utili

Possibili itinerari da percorrere

Di percorsi e sentieri se ne trovano una quantità infinita in tutta Italia: l’importante è sceglierli adatti ai bambini e alle loro possibilità. Solitamente i bambini amano molto le gite nella natura durante cui si possono incontrare animali selvatici oppure dove ci sono grotte da esplorare. Ma anche boschi, laghi e ruscelli sanno come affascinare grandi e piccini. Di seguito, riportiamo alcuni esempi di itinerari semplici che è possibile percorrere con i bambini, sparsi in molte regioni d’Italia:

-Sentiero Spirito del bosco, Como (Lombardia), 1.30 ore, media difficoltà ma fattibile tutto l’anno;
-Al rifugio Gerli Porro, a Sondrio (Lombardia), 1 ora e 40, percorso facile;
-Lago delle streghe e lago Devero a Verbano (Piemonte), percorso facilissimo di 1 ora sola;
-Rifugio Valasco a Cuneo (Piemonte), percorso facile e breve;
-Il castello della signora dei falchi dell’Aquila (Lazio), percorso facile, 3 ore a/r
-I forti di Genova (Liguria), percorso facile di circa 3 ore;
-La montagna di Roma, presso Rieti (Lazio), percorso medio, circa 2 ore e mezza tra andata e ritorno.

I commenti sono chiusi.