Halloween origine e storia della “festa delle streghe”

Halloween origine e storia della “festa delle streghe”
0

Si avvicina la Festa di Halloween e ci piace percorrere insieme in varie tappe l’origine, la storia e la simbologia di questa festa tanto amata dai bambini.

Halloween origine e storia della “festa delle streghe”

Booking.com

Ci sono infiniti modi di viaggiare, uno dei più interessanti è il viaggio attraverso le tradizioni e le culture degli altri paesi.
La Festa di Halloween sta diventando sempre più una festa sentita dai giovani italiani, ma per molti over 30 rappresenta ancora una “festa americana”, trapiantata nel nostro paese. Questo è vero per molti aspetti, ma indagando in profondità si scopre che le cose non sono esattamente così.

Pare che la festa di Halloween abbia origini molto antiche legate al culto celtico del rinnovo delle stagioni. Contrariamente a molte altre culture che facevano coincidere l’inizio dell’anno con la stagione primaverile della “rinascita”, secondo questo calendario l’anno iniziava con i primi di novembre, la fine dell’Estate e l’inizio della stagione “morta”.

Con l’adattamento della culture cristiana alle religioni e alle tradizioni autoctone, si ha l’inserimento proprio il 1 novembre della festa di “tutti i santi” a celebrazione di coloro che “non entrano nel calendario”. Il 2 novembre è la volta dei defunti, la cui santità, se non accertate, viene quantomeno auspicata.
È dalla cultura religiosa cristiana che, però, deriverebbe il nome Halloween, che sarebbe la forma scozzese del termine All-Hallows-Eve cioè, “vigilia di tutti i santi”.

Come molte della nostre feste pagano/religiose, lo sviluppo moderno della festa inizia nel ‘800 con l’attenzione della borghesia verso festività adatte (o adattate) ai bambini e, nel caso della festa di Onnissanti, ad una cultura fortemente influenzata dal romanzo gotico.
Sebbene infatti precedente al giorno dei santi e non a quello dei morti, la festa mantiene il legame primitivo al mondo dell’oltretomba e al passaggio delle anime tra il mondo dei morti e quello dei vivi, che nelle culture di molti paesi è connessa al cambio delle stagioni e alla variazione della luce solare.

Sebbene la sublimazione moderna sia data dalla festività anglosassone sarebbe errato pensare che i concetti di feste macabre appartengano solo alla cultura nordeuropea. Nel tessuto locale italiano infatti, sono fortissime le tradizioni, le novelle e le celebrazioni che uniscono i vivi ai trapassati.
In moti casi si assiste poi ad un connubi di simbologie che possiamo riassumere in quelle caratteristiche della festa di Halloween:
Le maschere, il cibo, le processioni, la luce (dentro o fuori una zucca).
Insieme vorremmo ripercorrere il simbolismo della festa di Halloween, senza dimenticare che essa, prima di tutto ha  la funzione di esorcizzare la morte e mettere in ridicolo la paura atavica verso l’occulto.

(Continua…)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.