In Australia con i bambini? Ecco come fare

Australia con i bambini

In Australia con i bambini? Ecco come fare

Visitare il continente australiano in compagnia dei più piccoli non è per forza una missione impossibile. Si tratta sicuramente di un viaggio impegnativo, tanto a livello di costi che di organizzazione, ma vi assicuro che saprà come ripagarvi. Specialmente i bambini, rimarranno a bocca aperta quando si ritroveranno faccia a faccia con animali come i canguri, i koala e persino i pinguini. Detto questo, cerchiamo di capire insieme come prepararsi per questo viaggio in compagnia di tutta la famiglia.

Come entrare nel paese

Per entrare in Australia non basta il passaporto, perché bisogna presentarsi con un permesso ufficiale, diverso a seconda del tipo di viaggio. Per quanti si recano nel continente per motivi di villeggiatura, basta richiedere un visto per l’Australia su siti come Auvisa.org, che permettono di svolgere la pratica direttamente online in poco tempo. Infatti, si può ricevere una risposta in appena 24 ore, ma conviene sempre muoversi in anticipo per evitare qualsiasi problema di sorta. Se volete sapere cosa serve per richiedere il visto turistico (eVisitor Australia), potete approfondire l’argomento direttamente su Auvisa.org per scoprire subito quali sono i requisiti necessari.

Tracciare un itinerario preciso

L’Australia è un paese davvero enorme e ovviamente questo vi metterà di fronte a una scelta: fare una selezione accurata di alcune attrazioni e rinunciare a tutte le altre. Il consiglio è di scegliere attività adatte sia agli adulti che ai bambini, calcolando bene i tempi per gli spostamenti. Il segreto è sempre lo stesso: organizzarsi per tempo con una lista precisa di tappe da toccare. Volete qualche suggerimento per sapere quali sono le tappe più indicate per una vacanza con i bimbi? Un esempio perfetto è la città di Melbourne e la vicina Phillip Island, insieme alla magica Kangaroo Island e il Kakadu National Park. E non dimenticatevi di visitare altre città affascinanti, come nel caso di Sidney.

Come andare in Australia con i bambini
Come andare in Australia con i bambini

Gli aspetti a cui prestare attenzione

L’Australia è un continente molto particolare e diverso da quello europeo. Non solo in termini di cultura, ma anche di “logistica”. Si parla nello specifico della guida a sinistra, un aspetto ripreso dal Regno Unito, ma anche le stagioni invertite, che vi costringeranno a programmare una vacanza fra novembre e marzo (per evitare il brutto tempo). Inoltre, spesso chi visita questo paese non tiene conto dei diversi fusi orari interni e soprattutto delle distanze. Un errore molto comune? Sottovalutare i tanti chilometri che vi separano da una destinazione all’altra.

Altri consigli utili per scoprire l’Australia

Se vi è capitato di vedere in TV programmi come “Airport Security”, sapete già che la dogana australiana è a dir poco certosina nei controlli. Vi conviene quindi studiare per bene la lista delle cose da dichiarare, perché c’è il rischio di perdere ore intere in aeroporto, facendo innervosire e preoccupare i bambini. Per farvi un esempio, se vi presenterete con frutta e verdura, correrete il rischio di pagare multe salatissime. Infine, ecco un ultimo consiglio prezioso: gli animali australiani possono sembrare docili e carini, ma si tratta nella maggior parte dei casi di animali selvatici, per cui è bene tenere sotto controllo i bambini quando entrano a contatto con la fauna locale.

I commenti sono chiusi.