Organizzare le vacanze con bambini piccoli: pensiamoci in anticipo

vacanze con bambini piccoli

Perché prenotare in anticipo le vacanze con bambini

Già iniziato a pensare alle prossime vacanze estive?
Troppo presto? Tutt’altro!
Quando si deve andare in vacanza con i bambini, soprattutto se molto piccoli, spesso si vorrebbe rimandare in eterno,
Cosa sarà meglio fare? quando sarà il momento migliore per partire? Sarà pronto/a per una vacanza in hotel/campeggio/villaggio? Meglio l’appartamento o l’ All inclusive?
Sono davvero tante le domande che affollano la mente dei neo genitori quando si tratta delle ferie, per cui iniziamo a mettere dei punti fermi.

Booking.com

Lontano da casa non dalla routine

In linea di massima i bambini si adattano facilmente a tutto, e più sono piccoli e più accettano il cambiamento. Con alcune regole.
Prima di tutto mantenere il più possibile la routine.
Stiamo parlando di bambini molto piccoli, in genere in età prescolare. Per loro non è importante l’ambiente in cui vengono fatte le cose, ma il fatto che queste vengano fatte.
Per ridurre ulteriormente il senso di cambiamento è possibile portare con sé qualcosa a cui il bambino è abituato e che riconosca al tatto e all’odore: l’oggetto di transizione, il ciuccio, il gioco preferito.
In fine è bene che i genitori siano sicuri di sé e che limitino, quanto più possibile la loro ansia, che spesso si ripercuote sullo stato d’animo del piccolo/a

vacanze con bambini piccoli

Perché prenotare prima

Prenotare con largo anticipo è uno dei sistemi migliori per garantire una buona vacanza a genitori e bambini.
Perché?

  • Prenotando in anticipo si è sicuri di poter scegliere le strutture/località che desideriamo maggiormente prima che siano al completo.
  • Si risparmia: i tour, le strutture e i villaggi in linea di massima costano meno quanto prima si prenota e i vettori, soprattutto gli aerei, arrivano anche a raddoppiare i costi per le prenotazioni sotto-data
  • Si riduce lo stress: i motivi di preoccupazione sono maggiormente diluiti, e si evita di partire con ancora addosso l’ansia da prenotazione e la preoccupazione di “non farcela a fare tutto”

E se poi devo annullare?

Uno dei maggiori problemi quando si parla di vacanze con i bambini è il rischio di annullamento.
Fermo restando che nel caso, per esempio, di una febbre improvvisa è possibile partire attrezzati di medicine, è bene tenere presente che è possibile stipulare prima della partenza un’assicurazione annullamento

Booking.com

Assicurazione annullamento cos’è e cosa copre

L’assicurazione annullamento copre alcuni viaggi organizzati, tour soggiorni in villagg

Assicurazione annullamento vacanze con bambini piccoli

io o pacchetti con hotel e vettore. Si stipula al momento della prenotazione in agenzia di viaggio e copre qualsiasi malattia certificata dal medico purchè non pregressa. In ogni caso l’agenzia è tenuta a spiegare cosa è coperto dalla polizza e a quanto ammonta la franchigia.
Sostanzialmente, se il bambino o un membro della famiglia si ammala prima di partire, con il certificato medico è possibile aprire la pratica di rimborso da parte dell’assicurazione.
Al momento della prenotazione è sempre opportuno chiedere all’agenzia di viaggi a cui ci si rivolge di stipulare l’assicurazione o di attivare quella dei tour operator per evitare inconvenienti

Se non ci si rivolge all’agenzia di viaggi?

Nel caso di viaggi in autonomia è preferibile scegliere hotel che abbiano una formula di rimborso. Spesso prevedono un costo iniziale un po’ maggiore ed è importante leggere bene le clausole relative alle politiche di cancellazione. Infatti non tutte le strutture accettano la cancellazione un giorno prima della partenza.
Nel caso dei vettori, soprattutto compagnie aeree low cost, invece, in linea di massima non esiste la possibilità di rimborso o di cessione dei biglietti a terzi.

I commenti sono chiusi.