La Reggia di Versailles e Parco di Versailles con i bambini

0

La Reggia di Versailles e Parco di Versailles con i bambini

La visita alla Reggia di Versailles è un’ esperienza molto interessante quando si viaggia con i bambini
La struttura degli interni è fatta in modo da alternare la visita degli ambienti a tour virtuali, ma oggettivamente, può risultare un po’ lunga e prolissa per i bambini. In questo caso vengono in soccorso il parco e i giardini.
Invece di dedicare solo una visita frettolosa alla Reggia abbiamo è meglio preventivare una visita a Versailles senza orario: cioè senza programmare altre visite o impegni per il resto della giornata.
L’esplorazione del parco risulta essere una gita molto piacevole, anche nel periodo invernale con  le fontane ancora chiuse e molte statue ancora “impacchettate” e si trasforma in un’esperienza unica nella bella stagione quando la reggia si presenta in tutta la sua magnificenza.
I bambini sono finalmente liberi di scorrazzare senza dover stare attenti a dove mettere piedi e mani e tra muri di siepi e alberi possono scovare passaggi segreti e vasche, immaginando luoghi fatati e passeggiate in carrozza.
A circa metà del parco si trova il lago, dove, tra l’altro, si trovano dei punti di ristoro. Qui è consigliabile concedersi una gita in barca: si tratta di un’esperienza unica che rimane nella  memoria!
Continuando a scendere nel parco si raggiungono i Trianon (grande e piccolo) per arrivare infine al Villaggio della Regina.
Questa area di Versailles  era il rifugio di Maria Antonietta, che qui passava il suo tempo giocando a fare la contadinella secondo i canoni bucolici di poeti e pittori dell’epoca. Aveva fatto quindi costruire una sorta di Dysneyland ante litteram, un villaggio concepito come una sorta di casa delle bambole a grandezza naturale: il mulino, la casa della regina, la fattoria, la latteria ecc.
La struttura è molto particolare, sia perché la dice lunga sui capricci dei regnanti, sia perché non può che affascinare i più piccoli.Mi ci porti: la tua guida per viaggiare con i bambini
Gli animali della fattoria che popolavano il villaggio sono stati mantenuti e proseguendo verso la fine del parco è possibile imbattersi in mucche, pecore, conigli, maiali e tutto l’assortimento degno di Nonna Papera, a cui si aggiungono cigni e papere presenti nel laghetto (ricco di carpe) per nutrire i quali può valer la pena procurarsi dei biscotti o del pane

A questo punto l’ascesa al punto di arrivo può essere un po’ faticosa, ma in tutta onestà la visita vale la pena e l’entusiasmo aiuterà a tornare alla reggia e all’ uscita.
Il parco di Versailles può essere visitato anche con il trenino o i golf cart, ma il parco è perfettamente accessibile con i bambini anche piccoli e su passeggino. Il parco è in massima parte “in discesa”, il che presuppone, al ritorno, una salita con passeggino e figli, per cui è consigliabile viaggiare con un bagaglio minimo, e scorte alimentari da consumare prima di riprendere la salita.

Versailles è una località molto carina e, avendone la possibilità, adatta anche ad una sosta più lunga lontano dal caos parigino. Può essere anche utilizzata come punto base per visitare Parigi, tenendo presente che dalla Reggia alla Tour Eiffel, con i mezzi pubblici, si impiega circa un’ora.
Di contro, muoversi in auto significa preventiva dei costi di parcheggio tutt’altro che indifferenti.

 
Richiedi Info in agenzia
 

Il Villaggio della Regina a Versailles
Il Villaggio della Regina a Versailles

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web