Roma con i Bambini

0

Roma con i Bambini

Una giornata per scoprire Roma è davvero troppo poco. Roma è una città ricca di storia ed arte e non basterebbero settimane intere per visitarla in ogni angolo. Ciò nonostante, per un primo approccio con i bambini, si può scegliere di privilegiare alcune parti della città a discapito di altre. A seguito un breve elenco tra cui scegliere.

Fondata secondo la tradizione il 21 aprile 753 a.C., Roma è da sempre considerata la prima grande metropoli.
Per rendersi conto della straordinaria grandezza e bellezza della città di Roma, basta percorrere una delle arterie più importanti della capitale: la via dei Fori Imperiali che, praticamente dal Colosseo, conduce fino a Piazza del Popolo.

Il Colosseo, conosciuto anche come Anfiteatro Flavio, è il simbolo di Roma. La sua costruzione fu iniziata da Vespasiano nel 72 d.C. e fu inaugurato da Tito nell’80 d.C.. Per celebrarlo, l’imperatore organizzò dei giochi che durarono ben tre mesi, durante i quali morirono circa 2.000 gladiatori e 9.000 animali.
L’anfiteatro ospitava: venationes (lotte tra animali), noxii (l’uccisione di condannati da parte di animali feroci o altri tipi di esecuzioni), e i celebri combattimenti tra gladiatori (munera).
Inserito, come tutto il centro storico di Roma, nella lista dei Patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, il Colosseo è stato anche annoverato fra le Sette meraviglie del mondo moderno.

Mamma Cult

Prima di raggiungere Piazza del Popolo, s’incontrano alcuni dei monumenti simbolo della città. La Fontana di Trevi, ad esempio, è la più grande di Roma e, sicuramente è una delle più famose fontane del mondo.
Adagiata su un lato di Palazzo Poli, è uno splendido esempio d’architettura tardo barocca; fu inaugurata nel 1735 e venne progettata da Nicola Salvi.
La storia della fontana è legata alla costruzione dell’acquedotto Vergine, anche se, la fontana, così come la possiamo ammirare ora fu voluta da papa Clemente XII.
Naturalmente i bambini non potranno esimersi dall’onorare la tradizione e gettarvi una monetina.

Altra piazza incantevole è piazza di Spagna, con la celeberrima scalinata di Trinità dei Monti (lunga 135 scalini ed inaugurata da papa Benedetto XI) e la splendida fontana della Barcaccia, realizzata dal Bernini, che risale al primo periodo barocco.
All’angolo destro della scalinata, si può ammirare la casa (oggi museo) che ospitò il poeta inglese John Keats fino alla sua morte avvenuta nel 1821. Presso Palazzetto Borgognoni, invece, si può visitare, su prenotazione, la Casa Museo di Giorgio De Chirico.
Su Piazza di Spagna, si affaccia, la Chiesa della Trinità dei Monti, iniziata, secondo il gusto gotico, nel primo Cinquecento.

Percorrendo Via del Babbuino, si raggiunge Piazza del Popolo, con l’Obelisco Flaminio (alto 36,5 metri e realizzato all’epoca dei faraoni Ramesse II e Merenptah), la Fontana del Nettuno e la Fontana della Dea di Roma.

Tra le tre chiese di Piazza del Popolo spicca sicuramente la più antica: la Basilica di Santa Maria del Popolo, con facciata rivestita di travertino. Custodisce pregevoli capolavori come Assunzione della Vergine di Annibale Carracci e la Crocifissione di San Pietro di Caravaggio. Semplicemente meravigliosa è la cupola della Cappella Chigi realizzata da Raffaello.

Explora: Museo dei bambini di Roma. Come indica il nome, il museo si prefigge di far scoprire ai bambini il mondo attraverso esperienze pratiche dei quattro argomenti in cui è diviso: Io, Società, Ambiente e comunicazione. In questo ambiente i bambini possono progettare una trasmissione televisiva o passeggiare intorno a una casa ecologica trasparente. Ma una delle cose che certamente piacerà più ai bambini è la mancanza assoluta delle indicazioni “non toccare”.
Explora
Via Flaminia 82
Età consigliata dai 3 ai 7 anni

Villa Borghese Questa zona di Roma è perfetta per le famiglie con i bambini di tutte le età per le sue aree verdi, il lago e la possibilità di abbinare un tour culturale in uno dei numerosi musei/gallerie/pinacoteche di Villa Borghese. Gli otto musei civici hanno ingresso gratuito.

Il Testaccio, nella parte sud occidentale della Capitale, è invece, il quartiere della Movida. Abbracciato dalle Mura Aureliane e dal Tevere, questo quartiere popolare ospita un gran numero di locali e discoteche. Con tante cose da vedere a Roma questa zona può essere tranquillamente lasciata ad un altro momento della vita!

 

COME ARRIVARE A ROMA

Latitudine: 41.892916 (41° 53′ 34.50” N)
Longitudine: 12.482520 (12° 28′ 57.07” E)
Roma, è facilmente raggiungibile da ogni angolo d’Italia. Ben servita da una fitta rete autostradale (si trova sulla Autostrada A1) e ferroviaria, può contare anche su due aeroporti.
L’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, è il principale aeroporto romano ed è ben collegato al centro città da un servizio ferroviario.
L’aeroporto Internazionale G.B. Pastine di Ciampino, invece, è servito da diverse low cost (in primis Ryan Air). Una volta atterrati, si può prendere un autobus (linee COTRAL, ATRAL, SIT) che in 40 minuti porta in centro città. Anche, qui, è possibile noleggiare un’auto.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web