Viaggio in Tanzania con safari fotografico

Viaggio in Tanzania con safari fotografico

Viaggio in Tanzania con safari fotografico

 

Booking.com

Un viaggio in Tanzania rappresenta un’esperienza indimenticabile che merita senza dubbio di essere vissuta almeno una volta nella vita, coniugando la passione per la fotografia al viaggio che, in un contesto come quello che rappresenta la Tanzania, assume un sapore diverso, selvaggio e meravigliosamente unico. Proprio per questo, ogni safari in Tanzania con Primaland Safaris, è organizzato per coloro che amano la fotografia, dal turista al professionista, dove la qualità e la professionalità, così come la cura per i dettagli viene prima di tutto, questo per regalare un’esperienza irripetibile e degna di essere ricordata mediante un servizio accurato dove nulla viene lasciato al caso.

 

Cosa visitare in Tanzania?

 

Ogni viaggio in Tanzania prevede generalmente una visita nei differenti parchi naturali a disposizione sul territorio, unita all’opportunità di ammirare attraverso le molteplici escursioni alcune delle montagne più famose al mondo quali il Kilimanjaro e il Monte Meru, così come paesi e località marittime tra le più interessanti che una meta paradisiaca quale la Tanzania è in grado di offrire: ne sono testimonianza Zanzibar e Pemba per citare un banale esempio. Una guida professionista sempre presente e a disposizione del turista, fornirà inoltre informazioni approfondite circa le tribù locali, le specie animali, usanze e costumi del posto, fornendo suggerimenti utili su come ottenere lo scatto migliore, immortalando dettagli e scorci degni di nota. Protagonisti assoluti restano comunque i parchi del nord, del sud e dell’ovest della Tanzania, scenari a dir poco spettacolari per chi desidera vivere l’esperienza di un safari fotografico.

Le immense savane parte integrante del Parco del Serengeti sono da sempre teatro della famosissima migrazione degli gnù, mentre la splendida riserva del Ngorongoro offre uno spettacolo incommensurabile col suo magnifico cratere. Degne di nota anche le sponde dell’affascinante e inusuale lago Natron, noto per i colori caratteristici e la dominanza di fenicotteri rosa. E ancora il Parco nazionale Tarangire, famoso per i suoi elefanti che dimorano abitualmente nei singolari paesaggi costellati di baobab e il Parco nazionale Manyara, posto sulle sponde dell’omonimo lago e al confine della Rift Valley. Chi decide di vivere l’esperienza di viaggio in Tanzania, non può certo rinunciare a una visita presso il Parco nazionale di Arusha che col suo monte Meru, non lontano dal monte Kilimanjaro mette a disposizione l’opportunità di partecipare a safari fotografici in un ambiente naturale raro e assolutamente unico. Per chi invece desidera avventurarsi nei territori del sud, meritano una menzione speciale il Parco nazionale Selous e quello di Ruaha che anticipano i parchi presenti invece ad ovest quali il Katavi, il Mahale e il Gombe.

 

Vantaggi di un safari fotografico in Tanzania

 

La Tanzania rappresenta la meta ideale per tutti coloro che amano l’avventura, i safari e la fotografia: un territorio ineguagliabile in termini di ricchezza naturalistica, che da sempre conserva le specie faunistiche e floreali, preservandone l’ecosistema originario e assecondandone la biodiversità. I parchi e le riserve presenti proprio in Tanzania, rappresentano un quarto del territorio racchiudendo habitat naturali straordinari e paesaggi accomunati dall’indescrivibile bellezza: qui le tribù locali, così come gli animali e il susseguirsi di panorami mozzafiato contribuiscono a renderla la destinazione ideale per chi desidera affrontare un viaggio fotografico da sogno.

Booking.com

Viaggio in Tanzania con safari fotografico

La Tanzania rappresenta uno tra i paesi che dispongono della più eterogenea biodiversità del pianeta: qui è possibile ammirare oltre 2.000 specie di uccelli, 10.000 specie botaniche differenti e la più grande concentrazione di grandi mammiferi presenti in Africa. Si contano ben 14 parchi naturali, 14 riserve naturali, la nota Ngorongoro Conservation Area, area protetta finalizzata alla conservazione della flora e della fauna locale, unitamente a due parchi marini e svariate altre riserve.  Il territorio qui cambia radicalmente da un’area all’altra: dalle cime montuose più alte dell’Africa quali il Kilimanjaro, si giunge facilmente ai fiumi e ai laghi salati quali il lago Vittoria, per poi spaziare lungo le smisurate distese desertiche e i verdi altipiani. La costa bagnata dall’Oceano Indiano comprende le isole di Zanzibar, Pemba e Mafia che, con le caratteristiche barriere coralline rappresentano tra le mete più ambite da tutti gli amanti del diving e dello snorkeling nel continente africano.

Tale diversificazione rappresenta pertanto un notevole vantaggio per chi desidera intraprendere un viaggio in Tanzania con safari fotografico: la possibilità di ammirare ecosistemi differenti, ambienti estremamente vari e diversificati, posti in un contesto naturale tra i più belli al mondo.

 

I commenti sono chiusi.